Un Natale tra doni e solidarietà al Mercatino in piazza Duomo

qui-eventi-caritas-natale

Da sempre, il periodo natalizio rappresenta il momento dell’anno in cui, più di qualsiasi altro, si concentrano iniziative solidali e di inclusione sociale. In un mondo in cui prevalgono la competizione e l’egoismo, i gesti di altruismo assumono un valore quasi rivoluzionario: non soltanto portano un aiuto concreto in situazioni di estrema difficoltà, ma il più delle volte, danno vita a circoli virtuosi stimolando altra gente a compiere del bene e ad impegnarsi per dare il proprio contributo.

Al di là di ogni polemica, è quindi lodevole che le iniziative di solidarietà tendano a moltiplicarsi con l’avvicinarsi del Natale. Nella società moderna, più frammentata che mai per via di problemi legati alla discriminazione, assumono ancora più valore tutti quei gesti umanitari che desiderano facilitare l’inclusione sociale, combattendo l’isolamento e l’emarginazione.

Il periodo natalizio, dunque, rappresenta il momento migliore per iniziare a fare qualcosa per la comunità, il periodo giusto per avvicinarsi al concetto di solidarietà, iniziando a dare un aiuto concreto a chi è meno fortunato.

Fatte queste doverose premesse, il mercatino di Natale in Piazza Duomo non rappresenta solo ed esclusivamente un luogo per acquistare doni da mettere sotto l’albero, ma è altresì un centro di solidarietà e di condivisione verso le persone che si trovano in difficoltà.

Così come è già accaduto per le edizioni passate, anche quest’anno è previsto un importante contributo economico pari al valore di 40.000 euro destinato alla “Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori” di Milano, a favore dei piccoli pazienti oncologici, al solo scopo di ridare e restituire loro la salute, condividendo, con la collaborazione dei medici dell’Istituto, le risorse necessarie per la loro cura che come tutti, hanno diritto alla guarigione.

Un’altra iniziativa sempre in un’ottica della solidarietà, riguarda un contributo di 10.000 euro destinato alle attività della “Fondazione Casa della Carità”, associazione gestita da Don Virginio Colmegna che persegue finalità sociali e culturali. La struttura viene percepita come una vera e propria casa: qui le persone vengono ospitate a titolo gratuito ed accompagnate nella ricerca di un lavoro, assistendole anche sul piano sanitario, tutelando i loro diritti ed aiutandole a trovare un alloggio.

Per rafforzare il tema del sostegno alla vita, verranno donati 10.000 euro al “Centro di aiuto alla vita” della Clinica Mangiagalli che, dal 1984, offre assistenza alle mamme in situazioni problematiche fornendo supporto psico-pedagogico, economico e pratico e contribuendo alla nascita di migliaia di bambini.

Un ulteriore contributo di 10.000 euro verrà devoluto a sostegno delle attività della “Fondazione Asilo Mariuccia” che dal 1902 offre ospitalità a donne sole e con bambini. Infine, verrà altresì organizzato un pranzo per i senza tetto, dal valore economico di 12.000 euro, in collaborazione con la Caritas, offerto dalla costituenda Ati, presso Palazzo Castiglioni e servito in Sala Orlando, resa disponibile per l’occasione. Un pranzo all’insegna della generosità e della fratellanza, che vedrà apparecchiata una grande tavola capace di regalare la gioia di un pasto natalizio a chi è meno fortunato e vive una situazione di indigenza.

LEGGI ANCHE – Piazza Duomo a Milano: un viaggio gastronomico tra le specialità natalizie